Now Reading
Ecobonus 2020 ristrutturazioni ambienti e bagno. Cosa si può fare?

Ecobonus 2020 ristrutturazioni ambienti e bagno. Cosa si può fare?

Che cosa sono gli Ecobonus? Che cosa bisogna fare per ottenerli? Posso ristrutturare il mio bagno usufruendo delle nuove agevolazioni fiscali al 110%? Facciamo luce su questi punti per capire come possiamo migliorare la nostra casa.

Che cos’è il Super Ecobonus 2020? 

Il Superbonus è un’agevolazione fiscale prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione dellespese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per interventi in ambito di efficienza energetica (realizzazione del sistema a cappotto, sostituzione infissi ecc.), interventi di adeguamento antisismico, installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici all’interno degli edifici. Tra le novità introdotte, è prevista la possibilità, al posto della fruizione diretta della detrazione, di optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori dei beni o servizi o, in alternativa, per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.

Chi può usufruire dell’Ecobonus?

Possono usufruire del bonus tutti i contribuenti, tra cui anche i titolari di impresa, possessori di un immobile sottoposto a lavori di miglioramento energetico. I contribuenti, in alternativa all’utilizzo della detrazione fiscale, possono optare per la cessione del credito. Al momento questa procedura è in via di formulazione definitiva.

Qual è la procedura per poter beneficiare degli Ecobonus?

Per beneficiare dell’agevolazione fiscale è necessario trasmettere all’ENEA, Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, la documentazione che l’intervento realizzato è conforme ai requisiti tecnici richiesti; è quindi necessario rivolgersi ad un architetto o ingegnere che rilasci un’asseverazione di conformità. Ad esempio, un documento fondamentale per trasmettere la domanda è l’attestato di prestazione energetica (APE) che certifica il miglioramento dell’efficienza energetica dell’edificio. Deve essere quindi redattoprima e dopo l’intervento, da un tecnico non coinvolto nei lavori. 

Ristrutturazione bagno: Rientra nell’agevolazione fiscale del 110%?

La ristrutturazione bagno ha lasciato diversi interrogativi in merito a bonus e agevolazioni. Con l’avvento del Decreto Rilancio sono state introdotte anche una serie di detrazioni fiscali per quanto concerne alcuni specifici lavori di casa. In tanti si chiedono se tra queste sono comprese anche quelle per i lavori riguardanti il bagno. Stando all’ultimo aggiornamento dell’Agenzia delle Entrate sulla tematica, non si ha diritto ad alcun bonus fiscale al fine di poter rimodernare il bagno di casa.  

Ma ci sono degli interventi su cui si può richiedere una detrazione fiscale? La risposta è affermativa, ma non basta cambiare sanitari o l’arredo bagno, bensì deve comprendere la sostituzione di tubature, impianti, del massetto e delle piastrelle. Naturalmente bisogna rivolgersi da un tecnico abilitato e fare la richiesta della CILA come previsto dalla prassi burocratica; in questi casi si ha diritto al bonus ristrutturazioni al 50%. Questo tipo di detrazioni fiscali è un buon ausilio statale per poter effettuare miglioramenti in casa, ma ricordiamo sempre di controllare sul web dove sono spesso presenti diverse offerte, che consentirebbero di trarre ulteriore vantaggio sulle spese da sostenere per gli interventi di ristrutturazione. Possiamo indicare ad esempio per quanto riguarda la pavimentazione del bagno, la collezione Treverkhome di Marazzi, in gres porcellanato effetto legno in un formato esclusivo 19X150 in diverse colorazioni, dalla colorazione acero, passando per tonalità olmo, sino alle colorazioni più ricercate come il frassino rappresentato in foto. 

Continuando a porre l’attenzione sulle pavimentazioni in gres porcellanato, gradevoli alla vista e di facile pulizia, possiamo affermare che le aziende produttrici, non si limitano solo a proporre piastrelle effetto legno, ma anche soluzioni più ricercate. Come ad esempio, l’effetto resina proposto nelle cementine Emilceramica, con i decori per pavimentare o anche per rivestire le pareti: l’azienda propone infatti mosaici, listelli e un mix di motivi decorativi20x20 con piastrelle vintage che donano colore e stile.

Ci sono agevolazioni per sostituire i sanitari o l’arredo bagno?

Se state pensando quindi di ristrutturare il vostro bagno, il bonus ristrutturazioni è strettamente legato al bonus mobili già in vigore e riconfermato anche per il 2020, che dà accesso ad agevolazioni fiscali sull’acquisto di mobili, arredi e sanitari. Per ottenere il bonus e fruire della detrazione, occorre dividere in 10 quote di pari importo la detrazione spettante. In particolare ogni quota va dichiarata ogni anno nella dichiarazione dei redditi, a cominciare da quella successiva all’anno in cui sono state sostenute le spese, che possono essere pagate con carta di credito o bonifico. Per gli anni successivi sarà necessario conservare la documentazione relativa alle fatture delle spese effettuate, le ricevute dei bonifici, carte di credito o rate di finanziamento e la dichiarazione di ristrutturazione o il titolo abilitativo rilasciato dagli uffici comunali da cui risulti la data di inizio lavori.

È veramente necessario usufruire delle detrazioni fiscali per effettuare i lavori in bagno?

Come abbiamo anticipato, se dovessimo compiere interventi di manutenzione straordinaria, che va ad interessare l’eliminazione, le modifiche o il rifacimento di impianti, rifacimento di massetti ed annesse pavimentazioni, usufruire delle agevolazioni fiscali si rivelerebbe una scelta vantaggiosa. Ma se dovessimo solo effettuare interventi di manutenzione ordinaria, limitandosi solo al voler cambiare i sanitari e l’arredo bagno, optare per un’attenta ricerca di prodotti in riferimento ad un rapporto qualità-prezzo, potrebbe essere una scelta molto più vantaggiosa e risparmierebbe notevoli lungaggini burocratiche. 

Possiamo individuare ad esempio le collezioni Althea, dalle linee semplici, che bene si adattano in diversi contesti, da quelli contemporanei a quelli più classici, realizzati in ceramica bianca rigorosamente made in Italy.

Un altro esempio interessante potrebbero essere i sistemi sospesi di Galassia, dal design innovativo e accattivante realizzati in ceramica e rifiniti con uno smalto liscio e sottile, che consente maggiore velocità di pulizia senza trascurane la brillantezza del materiale. 

Abbiamo quindi analizzato in questo articolo diverse opportunità ed agevolazioni che possono aiutarci a  migliorare la nostra casa, dagli interventi più ingenti, sino a quelli più puntali valutando per questi ultimi, la possibilità di usufruire dei nostri sconti, presenti in tutto il periodo dell’anno, che troverai sul nostro e-commerce: www.tecnoceramicheshop.com 

Affrettati!

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

COPYRIGHT 2020 TECNOCERAMICHESHOP. ALL RIGHTS RESERVED.